VolaTerra Live Music con Vibration Two

Vi presentiamo i nuovi  jazzmen che si esibiranno

Venerdì 25 Novembre ore 19:00

per il pubblico di VolaTerra Live Music.

 

Si esibiranno i Vibration Two:

Giulio Stracciati, Chitarra – Matteo Addabbo, Keyb Orga.

Una serata all’insegna dell’interplay e dell’improvvisazione dove i
due artisti spazieranno da brani del repertorio jazzistico con
personali arrangiamenti, fino ad arrivare a sonorità soul.

In contemporanea potrete gustare il ricco APERITIVO che VolaTerra vi propone:

PRODOTTI GOURMET locali e non accompagneranno la vostra serata deliziandovi il palato;

La buona musica delizierà le vostre orecchie.

Vi aspettiamo!

Trio ACUSTICA in concerto per VolaJazz

Si rinnova l’APPUNTAMENTO con il JAZZ!

Venerdì 11 Novembre a partire dalle ore 19:00 presso Volaterra
Il TRIO ACUSTICA si esibirà in una performance d’autore

con contaminazioni jazz rivisitate in chiave acustica con arrangiamenti originali.

Come sempre in contemporanea potrete gustare il ricco APERITIVO in stile Volaterra.
Sara Lottini: Voce
Carlo Paoletti: Chitarra
Leonardo Barbafiera: Sax – Flauto traverso

Diario VolaTerrA: ti racconto i produttori – Donna Olimpia

Questa mattina mi son recato a Donna Olimpia, Azienda vitivinicola in quel di Bolgheri. Questo fazzoletto di terra toscana, inserita nella Costa degli Etruschi, da alcuni decenni sta dando i natali ad alcune delle etichette più ricercate al mondo (Sassicaia, Ornellaia, Masseto, Scrio ..).

L’Azienda si trova sulla Statale che collega Cecina con Castagneto Carducci. La cantina è il cuore pulsante tra i vigneti, una struttura architettonica di legni bianchi, vetrate e tetti a capanna.

Suggestiva è la barriccaia, sicuramente il luogo più costudito in cui le gemme più preziose dell’Azienda vengono tenute.

Salgo al piano superiore ed entro nella sala degustazione, adiacente al ristorante.

Venti delle etichette dell’Azienda vengono degustate. Incredibile è l’eleganza e la morbidezza che ho trovato in modo unanime tra tutti i vini.  Questa Azienda interpreta il gusto moderno, voglia di sentori maturi piuttosto che acerbi.

Ho trovato più interessanti i vini “base”, freschi, dinamici piuttosto che i superiori, ottimi ma più “scontati”. Per questo degno di nota il Donna Olimpia e il Tageto. Testimoniano che vitigni internazionali come il merlot, cabernet, petit verdot nella nostra terra Toscana prendono profumi e corpo particolari.

Sorprendente è stato il Donna Olimpia Bianco composto da Vermentino, Viognier, Petit Manseng. Se non fossi stato in Toscana, avrei collocato questo vino al nord per la forza di profumi e note agrumate.

Bella Azienda, da visitare.